DA SUSPECT A DONATORI O DONATRICI:
COME CREARE FIDUCIA ATTRAVERSO UN PIANO DI COMUNICAZIONE

Intervista a Elisa Sorianini

Avere tante persone vicine alla propria associazione fa sempre piacere ma - lo sappiamo bene - a volte può non bastare! Come fare per creare un vero e proprio ponte di fiducia che trasformi queste persone in donatori o donatrici della tua associazione?

Ce ne parla Elisa, project manager e fundraiser di Francescani per la Vita. 10 anni fa, grazie all'associazione Ricrediti - Microcredito e Finanza Etica di Parma per cui fa volontariato, si innamora del mondo non profit e della raccolta fondi. Nel 2013 inizia ad occuparsi di donor care per i Missionari Saveriani. Si iscrive al Master in Fundraising, lavora come fundraiser per diverse organizzazioni, tra cui IBO Italia e nel 2018 si trasferisce a Milano per partecipare all'avvio della startup di fundraising dei Frati Minori del Nord Italia

Conosciamola meglio e facciamoci dare qualche spoiler sulla sua sessione del Festival 2021!

Il mio primo ricordo da fundraiser? 

Il primo ricordo che ho da fundraiser è un’emozione.
Quella che ho visto in una fotografia spedita nell’ufficio in cui lavoravo tempo fa. Raffigurava un signore anziano dalla carnagione chiara, seduto vicino ad un ragazzo molto magro dalla carnagione più scura, con una gamba amputata e bendata. I loro visi mi guardavano negli occhi e sorridevano di un sorriso ricco di felicità e speranza. Ho provato una gioia immensa! Quella foto l’aveva spedita un missionario in Bangladesh per ringraziare i donatori e farci sapere che i fondi raccolti erano già diventati cure mediche per una persona in serie difficoltà economiche.

Cosa diresti ad una/un fudraiser alle prime armi?

A chi si approccia adesso al mondo del fundraising dico “butta il cuore oltre l’ostacolo” e metti le mani in pasta più che puoi. Sbaglia! E’ dagli errori che ho imparato di più. Fatti guidare dalla passione, continua a migliorarti, studiando e cura le relazioni con i tuoi colleghi: è dal confronto che nascono le idee più efficaci. Inoltre nessuno come loro ti può capire meglio e aiutare nei momenti di bisogno.
Guardarti intorno, sii curioso/a e trai spunto dalle persone e da ciò che ti circonda.

SULLA TUA SESSIONE: perché i partecipanti dovrebbero seguirla? 

Racconterò e condividerò con te quelli che sono stati i primi passi di “Francescani per La Vita”, startup di fundraising dei frati francescani. Riceverai spunti pratici e idee da replicare nella tua attività di comunicazione e raccolta fondi, per convertire i suspect in donatori, grazie alla cura della relazione.

Ogni giorno molte persone si avvicinano alla tua organizzazione, ma non riesci a farle diventare donatori o donatrici? Come puoi fare?

Scopriamolo insieme al Festival grazie ad Elisa!! Noi la ringraziamo per la disponibilità e la gentilezza e non vediamo l'ora di ascoltarla... Aspettiamo solo te!

Loading…