HIGH VALUE DONORS:
COME CREARE UN DREAM TEAM DEDICATO ALLE GRANDI AZIENDE

Intervista a Roberto Vignola

Ti sei mai chiesto come massimizzare la tua raccolta fondi? Vuoi raggiungere quella crescita importante che ti sei prefissato ma non sai come fare?! È arrivato il momento di costruire il tuo dream team, quello dedicato alla raccolta fondi verso le grandi aziende! Come?

Ce lo spiega Roberto manager specializzato in gestione delle aziende nonprofit con oltre 15 anni di esperienza nel mondo della comunicazione e del fundraising. Come senior manager, in ruoli diversi ha implementato campagne di raccolta fondi da individui, aziende, fondazioni e istituzioni. Le sue competenze professionali coprono le più importanti tecniche di raccolta fondi: donatori individuali, major donors e HNWI, corporate fundraising, lasciti e donazioni regolari. Esperto di comunicazione e pubbliche relazioni, eventi di raccolta fondi, corporate social responsability (CSR), cause related marketing, people raising, attualmente Roberto ricopre il ruolo di Deputy General Manager - Communication and Fundraising Director in Cesvi Fondazione onlus.

Conosciamolo meglio e facciamoci dare qualche spoiler sulla sua sessione del Festival 2021!

Prima di tutto parliamo di te: cosa cambieresti nel tuo lavoro oggi?

Il nostro lavoro è all’insegna del cambiamento e dobbiamo sempre cambiare e trasformarci.

Profit e Non Profit, cosa deve accomunare questi due mondi?

Ci sono molte cose che oggi accumunano questi mondi. Il non profit è sempre più aziendalizzato e le non profit che non lo sono ancora non hanno grandi prospettive. Il profit, invece, vuole essere sempre più protagonista nella risoluzione dei grandi problemi sociali e ambientali. Questa tensione verso il bene comune è senz’altro una convergenza molto positiva sulla quale non profit e profit sono, più che mai in epoca pandemica,  chiamati a lavorare insieme.

In questo periodo così particolare molti Board e/o Direttori FR si trovano a dover prendere decisioni “sagge” in tempi incerti e molto velocemente. Cosa gli consiglieresti?

Non basta essere resilienti bisogna essere anche lungimiranti e correre il rischio di cambiare e di abbandonare la modalità business as usual.

La campagna di raccolta fondi promossa dai Ferragnez ha avuto un successo incredibile, in soli 4 giorni sono riusciti a raccogliere oltre 4 milioni di euro per rafforzare la terapia intensiva del San Raffaele a Milano. È del tutto evidente che sono stati molto bravi, hanno saputo cogliere il momento giusto, ma non penso sia solo per questo, e non penso nemmeno che il successo della loro campagna sia solo merito dell’enorme potenza mediatica che hanno. C’è qualcosa che i fundraiser dovrebbero imparare da loro?
 

Noi fundraisers abbiamo tutte le competenze tecniche per portare avanti campagne di successo. Quello che dovremmo imparare è riuscire a interloquire maggiormente con personaggi del calibro dei Ferragnez per incanalare al meglio le loro energie e veicolarle a supporto delle cause esistenti.

SULLA TUA SESSIONE: perché i partecipanti non dovrebbero proprio perderla?

Nella sessione parleremo di come costruire un dream team dedicato agli high value donors e di alcuni casi studio con importanti take aways che ispireranno i colleghi.


Roberto ci parlerà di questo e di tanto altro durante la sua sessione del Festival del Fundraising. Esempi pratici e teorici ti aspettano per riuscire a creare anche nella tua organizzazione un dream team dedicato. Sei pronto?!

Ringraziamo Roberto per la disponibilità e la gentilezza e non vediamo l'ora di ascoltarlo al festival il 7.8.9 Luglio!

Loading…