IL VALORE AGGIUNTO DEI VOLONTARI
Intervista a Laura Lugli

Il volontariato è una parte essenziale e fondamentale sia della raccolta fondi che del nonprofit in generale. Spesso, però, i volontari ricevono un’attenzione scarsa da parte delle organizzazioni. Non deve essere così: i volontari sono in realtà una risorsa importantissima e per questo le loro attività devono essere programmate e curate con attenzione. Ne abbiamo parlato con Laura Lugli, consulente e formatrice di fundraising e peopleraising per Fundraiserperpassione.

Fin da giovanissima, Laura ha sempre avuto un rapporto di amore con il volontariato. Così, dopo la laurea in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali, ha frequentato il Master in Fundraising, prima di approdare nell’ufficio di raccolta fondi di AIL Bologna e successivamente al Centro Servizi del Volontariato di Modena. Oggi, come detto, lavora per Fundraiserperpassione. Ha pubblicato "Nuove frontiere del volontariato" (2016) e "Il piano di fundraising" (2018).

 

L’aggettivo che più ti si addice quando sei a lavoro e quello al quale non vorresti mai essere associato?

Entusiasta quello che più mi si addice e quello al quale non vorrei mai essere associata problem-creator (inteso come il contrario di problem-solver).

 

Se potessi andare a cena con qualcuno, come ad esempio un personaggio famoso, con chi ci andresti e perché?

Sarebbe sicuramente uno chef! Mi sarebbe piaciuto poter incontrare Anthony Bourdain, magari pure a NY. Per me andrebbe benissimo anche Alessandro Borghese, se potete mettere una buona parola…

 

Scegli un’altra epoca o periodo storico in cui avresti voluto fare il fundraiser e perché?

Qui cado probabilmente sul grande cliché del ‘68, magari anche fuori dall’Italia, per cavalcare gli ideali dei grandi moti ideali e in generale quella voglia di creare un mondo migliore.

 

Un errore da non fare nel lavoro del fundraising?

Sottovalutare il potenziale delle persone o approcciarsi a loro con pregiudizio. MAI e dico MAI concentrarsi su cosa gli altri potrebbero pensare o di cosa possano essere convinti. Chiediamo, parliamo con loro, mettiamoci in ascolto. Nel nostro mestiere è importante credere che ogni persona sia portatrice di qualcosa di prezioso, che può far volare i nostri progetti. È il bello del fare fundraising, mettere insieme i pezzi che rendono le nostre comunità un posto migliore.

 

Le 3 cose da fare per trovare nuovi volontari?

1. Avere una grande motivazione a migliorare la comunità in cui viviamo, non “solo” fare il bene di una certa fascia di popolazione, ma guardare ad essa a 360°

2. Pensare a delle attività belle, divertenti, stimolanti che i donatori di tempo là fuori possano voler fare perché consapevoli che portino un valore aggiunto, e non solo perché non ci sono i soldi per pagare personale

3. Chiedere, cercare i donatori di tempo disperatamente per dimostrare loro che li vogliamo davvero!

 

Cosa ne pensi del rapporto tra i volontari e la raccolta fondi?

I primi fundraiser sono proprio i volontari, perché sono già donatori e quindi rappresentano i migliori testimonial. Meglio ancora se sono accompagnati dal mestiere e dalla tecnica dei fundraiser professionisti.

 

Qual è il segreto per tenersi stretti i propri volontari?

Amateli, abbiate rispetto per loro e divertitevi con loro!

Tutto il resto è… c’è chi direbbe noia ma io dico: tecnica!

Tecnica che si può imparare venendo alla Maratona di Peopleraising, dove troverete non solo un assaggio, appunto, di tecniche e principi, ma anche e soprattutto casi veri riguardanti persone vere che hanno ingaggiato altre splendide persone vere, migliorando la loro la vita oltre che la propria.

 

La PEOPLERAISING MARATHON: il volontario è il nuovo fundraiser! È la sessione ideata per imparare a ricercare, fidelizzare, coinvolgere e coordinare una delle risorse più importanti della raccolta fondi: i volontari! Perché all’interno dell’organizzazione è necessario che ci sia un programma e il personale dedicato alle attività e alla cura dei volontari. Non solo teoria: la sessione è arricchita dall’esempio concreto di alcuni casi studio su ambiti come ricerca, selezione ed inserimento, fidelizzazione, coordinamento e avvio del programma volontari.

Una maratona che Laura guiderà con grande competenza e passione, mettendo la propria esperienza a disposizione di chi volesse imparare tecniche e principi di uno degli aspetti più importanti della raccolta fondi.

Loading…